/ Eventi

Eventi | 20 luglio 2021, 17:42

Al via da domani il Festival delle piccole storie ispirato a Nuto Revelli

La seconda edizione di "Cercatori di storie" avrà un’inaugurazione speciale a Borgata Paraloup per poi trasferirsi a Torino e proseguire tra Porta Palazzo e il Polo del ‘900

locandina piccole storie

Al via da domani il Festival delle piccole storie ispirato a Nuto Revelli

Inizia domani il Festival delle piccole storie, la II edizione Cercatori di storie, organizzato dalla Rete italiana di cultura popolare e Lo Spaccio di cultura quest’anno in collaborazione con la Fondazione Nuto Revelli e con il sostegno del Polo del ‘900. La tre-giorni avrà un’inaugurazione speciale a Borgata Paraloup per poi trasferirsi a Torino e proseguire tra Porta Palazzo e il Polo del ‘900.

Sarà possibile ascoltare molti appuntamenti anche sulla piattaforma www.tradiradio.org. Buona parte degli incontri, in questa seconda edizione, sono ispirati alla figura di Nuto Revelli, che ha fatto della pratica dell’ascolto un atto politico per “dare voce a chi voce non ha”. E proprio sotto i Portici di Piazza della Repubblica sarà ancora possibile visitare la mostra ‘Ricordati di non dimenticare: Nuto Revelli una vita per immagini’, inaugurata il 25 Aprile. Tracce di memoria, che giungono a noi dal secolo scorso, si intrecciano con le vicende umane di oggi.

Tra gli appuntamenti più importanti del Festival, c’è quello di domani alle 12 a Paraloup, dove si ricorderà la Nuto Revelli in occasione del suo compleanno, e parlerà il figlio Marco e la direttrice della Fondazione Revelli, Beatrice Verri. Poi, venerdì alle 18, davanti alla Portineria di comunità in piazza della Repubblica 1/F, ecco l’incontro ‘Le Storie dal Portale’, nel quale dialogheranno le esperienze dei saperi e del tessuto produttivo contenute nel Portale dei saperi (www.portaledeisaperi.org). Questo appuntamento si svolgerà in collaborazione con Lavazza e tante altre realtà del quartiere. Alle 19 ci sarà ci sarà l’incontro ‘Piccolo manifesto dei luoghi: Ostana, Paraloup e Lo Spaccio di cultura’.  Intervengono Laura Cantarella, Cooperativa Viso a Viso Beatrice Verri, Fondazione Nuto Revelli, Antonio Damasco, Rete Italiana di Cultura Popolare Marco Revelli. Alle 18:30 al Polo del ‘900 si terrà la residenza artistica realizzata in collaborazione con il Comune di Piobesi Torinese, “laboratorio creativo buffi pupazzetti” a cura del Teatro della Zucca per famiglie. Alle 19.30 si terrà una narrazione collettiva delle storie tratte da L’anello forte di Nuto Revelli ad opera di Laura Conti e Francesca Bodanza del Teatro delle Forme e tante donne della comunità. Interviene: Alessandro Bollo, direttore del Polo del ‘900. Domenica alle 18 sarà un momento di coprogettazione aperta anche ad abitanti e associazioni solidali della città, insieme al Comune di Torino, Gruppo informale CTRL community, Cooperativa Meeting service, Tutticonnessi, Il Vaso di Sarepta, Croce Rossa Italiana, Leonardo Onlus, COI- Cooperativa odontoiatrica internazionale. Alle 19:30 la comunità performativa con musica a cura Cesare di Nunno e Mari Anna Perla e a seguire il Trio Melò Coton.

“Il festival delle “piccole storie” nasce dall’esigenza di non rimanere in disparte, di intercettare le solitudini che con la pandemia sono emerse con maggiore urgenza e restare in ascolto di coloro che non hanno voce. I racconti partono da un lato dalla conoscenza degli abitanti, desiderosi di costituirsi in una comunità solidale e dall’altro dalle fragilità che il 2020 ci ha consegnato in modo ancora più netto”.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium