/ Viabilità e trasporti

Viabilità e trasporti | 17 gennaio 2022, 18:56

Bricherasio: al via i lavori per riparare i danni provocati dall’alluvione del 2019

Sono stati affidati gli interventi che interesseranno tre strade di Cappella Moreri, strada Rivà e il torrente Chiamogna

Via Cesani Granero a Bricherasio

Via Cesani Granero dove la strada ha ceduto

Cedimenti del manto stradale, smottamenti dei versanti, acque che invadono le carreggiate. I danni dell’alluvione del 2019 sono ancora ben visibili lungo le strade di Bricherasio e alcune di queste non sono ancora al riparo dal ripetersi di eventi simili. Nelle prossime settimane però, attraverso i fondi Pmo (Piani di manutenzione ordinaria), assegnati all’Unione montana, partiranno i lavori per ripristinarne e metterne in sicurezza alcune, si tratta di interventi per circa 80.000 euro di spesa.

“In via Cesani Granero è ancora ben visibile il cedimento della strada, lungo il corso d’acqua che la costeggia, poco prima dell’incrocio con via Cesani Sardegna. È un punto critico durante le alluvioni, perché il rio in quel punto inizia ad essere intubato, e l’accumulo di materiale portato dall’acqua provoca l’esondazione” sostiene il sindaco Simone Ballari. Oltre a realizzare un sostegno della strada, saranno posizionate, quindi, due griglie selettive in grado di bloccare il materiale che andava ad accumularsi causando la fuoriuscita dell’acqua. Poco lontano da via Cesani Granero – sempre in frazione Cappella Merli – c’è via Alliaudo: anche lì sono ancora visibili cenni di cedimento della strada, non lontano da borgata Cesano. “Verrà quindi rifatto il sottoscarpa, lo stesso intervento in programma, poco lontano, in strada Canavero. Il sostegno verrà realizzato con blocchi da scogliera” aggiunge il sindaco. Gli interventi sulle strade di Cappella Moreri, sono stati affidati alla ditta autotrasporti ed escavazioni Val Pellice di Monet Daniele e figli di Villar Pellice, per un importo di circa 30.000 euro.

Sarà invece la ditta Ferrero di Pinerolo a ripristinare le scarpate in una delle strade del paese più a rischio durante le alluvioni: “In strada Rivà saranno messi in sicurezza i versanti spesso soggetti a movimenti franosi con la realizzazione di opere di sostegno” spiega Ballari. La spesa necessaria è di circa 35.000 euro.

Infine, si metterà mano anche alle sponde del torrente Chiamogna: “In località Gioietta e in località cascina Giordanetto, le scogliere sono state un po’ scalzate durante l’alluvione del 2019 provocando allegamenti – ricorda Ballari –. Verranno quindi ripristinate con muri di sostegno”. Gli interventi saranno realizzati dalla ditta Godino scavi di Bricherasio.

Elisa Rollino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium