/ Attualità

Attualità | 21 gennaio 2022, 12:38

"Ri-parco da qui", a Chieri siglato patto di condivisione per rilanciare il parco Robinson

Il sindaco Alessandro Sicchiero: “Deve diventare un luogo di incontro e di aggregazione”

"Ri-parco da qui", a Chieri siglato patto di condivisione per rilanciare il parco Robinson

Il Comune di Chieri ha siglato un nuovo patto di condivisione con l’associazione ASSET Aps, con lo scopo di valorizzare e rilanciare il Parco Robinson, ampia area verde alle porte della città.

L’obiettivo del proponente è trasformare il Robinson in un parco a “valore sociale”, capace di attrarre persone e diventando così luogo di interazione sociale per contrastare solitudine ed incuria. Pur non essendo periferico, il Parco Robinson è poco utilizzato e vissuto dai chieresi, ed oggi può apparire come un’area semi abbandonata.

Il Sindaco di Chieri Alessandro Sicchiero spiega: "Il progetto di riqualificazione ideato qualche anno fa, sottoscritto dalla precedente amministrazione, non si è sviluppato secondo gli obiettivi prefissati, sono state fatte attività in modo sporadico, anche a causa della pandemia, ora si vuole ripartire e “rigenerare” il Parco. Ringrazio ASSET Aps per la rinnovata disponibilitàI volontari organizzeranno un calendario di attività, realizzando iniziative gratuite e aperte al pubblico, così da cercare di trasformare il Robinson in un vero luogo di incontro e di aggregazione all’aperto. Questo patto avrà validità triennale, segno di fiducia dell’amministrazione per una nuova ‘ripartenza’. Con quello siglato ad oggi salgono a 22 i patti di condivisione attualmente attivi a Chieri, esempi di cittadinanza attiva e di partecipazione dal basso grazie ai quali la nostra città cresce e diventa migliore".

Il Comune di Chieri metterà a disposizione attrezzature comunali (sedie, gazebo, tavoli, ecc.) per la realizzazione di eventi e il locale sottostante il Parco Robinson per attività di magazzino e accesso ai servizi igienici. Inoltre, in accordo con il Consorzio Chierese per i servizi, si valuterà l’implementazione o il riposizionamento dei cestini per la raccolta della spazzatura.

Il primo passo del proponente saranno incontri con gli attori del territorio (ad esempio scuole ed oratori), per la realizzazione di laboratori ed eventi, al fine di riappropriarsi insieme di un’area verde, generando occasioni di aggregazione sociale e sviluppo di relazioni.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium