/ Viabilità e trasporti

Viabilità e trasporti | 28 gennaio 2022, 18:56

SS 589: dopo l’incontro con Anas, Osasco vuole fare fronte comune

L’obiettivo è ‘fare pressione’ per la messa in sicurezza del tratto dalla circonvallazione a Ponte Chisone con una delibera condivisa da numerosi paesi

SS 589: dopo l’incontro con Anas, Osasco vuole fare fronte comune

Osasco cerca il sostegno degli altri Comuni per ottenere dall'Anas un adeguamento della strada statale 589, attraverso interventi di potenziamento e messa in sicurezza del tratto che dalla circonvallazione di Osasco porta a ponte Chisone. L'incontro che il Comune ha avuto ieri, giovedì 27 gennaio, con l'Anas - società che è tornata a gestire la strada a maggio 2021 - non ha avuto, infatti, i risultati auspicati e ora, il sindaco Adriano Miglio, chiede agli altri enti di approvare a loro volta la deliberazione che sostiene il potenziamento e adeguamento.

Anas ha preso in mano la gestione della strada dalla Città metropolitana, tranne alcuni piccoli tratti che sono rimasti ancora in capo all’ex Provincia.

“Si è trattato di un incontro molto lungo ma senza risultati: la società afferma di non rilevare numerosi incedenti gravi e quindi difficilmente interverrà, a meno che la richiesta arrivi anche dagli altri Comuni interessati al percorso della 589, o che utilizzino la strada per arrivare alla tangenziale di Pinerolo dalla pianura e dalla Val Pellice” spiega il sindaco, che ha già chiesto il sostegno degli altri Comuni della Valle, della pianura pinerolese e anche del Saluzzese, come Barge e Bagnolo. Ma l’appoggio è arrivato anche da Pinasca, che non è direttamente coinvolta.

Il traffico che arriva dalla Val Pellice e dalla pianura, diretto alla tangenziale di Pinerolo e all'autostrada, passa in gran parte da lì e, spesso, anche un piccolo incidente, provoca code chilometriche. La strada, quando raggiunge l'altezza di Osasco, ha già raccolto i veicoli che arrivano da Cavour e Garzigliana (lungo la stessa 589) e quelli che invece giungono da Bricherasio (lungo la Sp 161 dir) e quindi dalla Val Pellice. “Nel 2004, prima di realizzare il collegamento con la provinciale nuova che arriva da Bricherasio, era già evidente che la 589 sarebbe diventata insufficiente per ospitare tutto il traffico e un progetto del 2014 della Città Metropolitana affrontava questo problema sottolinea Miglio –. Sarebbe importante partire da quello per stabilire gli interventi necessari”.

I problemi riscontrati sulla strada, all'altezza di Osasco sono diversi: “Innanzitutto è percorsa da un numero molto alto di mezzi, da uno studio realizzato tra il 2018 e 2019 risultano circa 20.000 al giorno – spiega –. Per questo, è molto complicata l'immissione dalle strade laterali e andrebbe migliorato l'ingresso nella tangenziale”. L'immissione sembra particolarmente difficile per chi arriva da via Simondetti, dove il progetto della Città Metropolitana prevedeva una nuova rotonda.

Ciò che sarebbe necessario per l'Amministrazione comunale osaschese è inoltre l'ampliamento della strada poiché, oggi, in caso di incidente, il traffico spesso rimane bloccato: “Ormai succede due volte a settimana. Quando sono coinvolti mezzi pesanti può rimanere chiusa per ore perché troppo stretta per garantire sempre il traffico alternato e perché la viabilità alternativa è insufficiente” sottolinea il sindaco. “Nei punti in cui abbiamo ampliato la strada noi, in corrispondenza dell'area commerciale, la viabilità è migliorata – aggiunge Miglio –. Ma questo dovrebbe essere fatto dall'Anas su tutto il tratto di strada dalla circonvallazione di Osasco porta a ponte Chisone”.

 

Secondo Miglio la situazione sulla 589 è peggiorata ulteriormente negli ultimi anni, da quando sono stati posizionati i rilevatori di velocità sulla Sp 161 che percorre le zone residenziali e artigianali di Bricherasio e San Secondo: per evitare il limite dei 50 chilometri orari, molti preferiscono usare la 161 dir e la 589. 

 

Elisa Rollino

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium