/ Eventi

Eventi | 02 maggio 2022, 17:34

Eurovision, da via Filadelfia a piazza d'Armi la zona è blindata: cancelli, check point e forze dell'ordine [FOTO]

Resiste una piccola area per il basket e la ginnastica, ma il "villaggio" si è esteso in maniera massiccia, anche in zone di parco non utilizzate. Intanto si intensificano i controlli nelle vie circostanti il Palazzetto

Eurovision, da via Filadelfia a piazza d'Armi la zona è blindata: cancelli, check point e forze dell'ordine [FOTO]

Il conto alla rovescia sulla Mole Antonelliana è l'aspetto più suggestivo, ma che manchi ormai davvero poco all'appuntamento con Eurovision lo si nota anche solo passeggiando in piazza d'Armi, in prossimità del Pala Isozaki. Si comincia il 10 maggio, ma a poco più di una settimana dal via fervono i preparativi. E gli effetti si notano anche agli occhi dei più distratti. Innanzitutto sono arrivate le "decorazioni": dopo gli stendardi appesi ai pali lungo i viali, da poche ore sono comparsi anche i cartelloni lungo il media center di fronte al Palazzetto e altre decorazioni a tema Eurovision.

In giro si vedono sempre più operai e membri dell'organizzazione, ma anche le magliette arancioni degli addetti ai lavori. Ma gli effetti non sono sono quelli. La parola d'ordine sembra essere "sicurezza" e le conseguenze sono piuttosto evidenti. Non sempre piacevoli.

Un parco "dietro le sbarre"

Come un villaggio di Asterix da proteggere, con il passare delle settimane e dei preparativi si è estesa sempre di più l'area di competenza della kermesse internazionale. Quelli che erano nati come gruppi di tensostrutture adesso sono circondati da inferriate alte e robuste, che di fatto impediscono l'accesso non solo alle tende, ma anche ad altre intere aree di parco di fatto rimaste vuote. In pratica, su corso Galileo Ferraris l'ultimo accesso utile e quello immediatamente successivo alla zona militare, mentre il passaggio dopo è quello che conduce davanti allo Stadio Grande Torino, ma solo all'altezza delle fontane e delle sculture. Il resto è del tutto off limits: si salvano solo gli attrezzi per la ginnastica e il campo da basket. Ma per un pelo. 

Via Filadelfia "blindata"

Ma non solo: misure di sicurezza ai massimi anche sull'accesso opposto della zona del PalaOlimpico (che per motivi di sponsor in questo momento ha perso le sue denominazioni abituali). In via Filadelfia, infatti, ormai da settimane l'attenzione e i controlli sono altissimi: pattuglie di forze dell'ordine (carabinieri, polizia, municipale e guardia di finanza) si danno il cambio nell'area di fronte alle piscine. I parcheggi lungo la strada sono un ricordo da giorni e anche sul marciapiede, fatto salvo il passaggio della ciclabile, sono stati installati tende e check point "aeroportuali" per controllare chi entra e chi esce.

Chiuso, infine, anche il controviale che da corso Sebastopoli conduce a via Filadelfia. Passano pedoni e biciclette, ma niente auto. 

 

Massimiliano Sciullo

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium