/ Attualità

Attualità | 25 maggio 2022, 19:53

A Torino le Portinerie di Comunità diventano sportelli per il lavoro

Presentato il protocollo di intesa tra la Rete Italiana di Cultura Popolare, Città, Inps, Agenzia Piemonte Lavoro e Lavazza Group: ricerca, formazione, informazioni su Naspi e molto altro

Portinerie di Comunità

A Torino le Portinerie di Comunità diventano sportelli per il lavoro

Il progetto delle Portinerie di Comunità, promosso a Torino dalla Rete Italiana di Cultura Popolare, è pronto a ingrandirsi sempre di più: in attesa delle 2 nuove sedi oltre a quella già attiva di Porta Palazzo, infatti, i presidi si trasformeranno in sportelli per il lavoro grazie ad un protocollo d'intesa siglato con la Città di Torino, l'Inps, l'Agenzia Piemonte Lavoro e Lavazza Group.

Inserimento lavorativo, formazione e informazioni

L'accordo prevede, a partire da giugno, il sostegno alle persone che cercano lavoro facendo incontrare domanda e offerta, a chi vuole migliorare le proprie competenze anche attraverso percorsi formativi e la divulgazione di informazioni su Naspi, reddito di cittadinanza, assegno universale per i figli a carico e altre prestazioni assistenziali: “Le Portinerie di Comunità - spiegano la presidente della Rete Chiara Saraceno e il direttore Antonio Damasco – sono un centro di welfare riconosciuto dalle istituzioni e si stanno trasformando da buone pratiche in politiche pubbliche”. Un punto di vista condiviso anche dall'assessore al welfare del Comune Jacopo Rosatelli: “Le Rete delle Portinerie di Comunità – commenta - è ormai parte integrante del nostro sistema di welfare e la nuova convenzione renderà sistemico il nostro rapporto”.

I progetti già attivi

Una prima dimostrazione della bontà di questo impegno è testimoniata da due iniziative già attive: il progetto “A.A.A.” con Lavazza(Accogliere, Avvicinare e Accompagnare), volto all'inserimento lavorativo di 18 giovani appartenenti a fasce deboli attraverso l'acquisizione di competenze nell'ambito della ristorazione con il coinvolgimento di oltre 30 attività commerciali nel territorio di Aurora e Porta Palazzo, e il progetto “Inps per tutti” con l'Inps, avente l'obiettivo di avvicinare gli utenti in situazioni di maggior disagio sociale che rischiano di essere esclusi dai propri diritti previdenziali.

Marco Berton

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium