/ Cronaca

Cronaca | 16 giugno 2022, 07:14

Vecchia e rovinata, l’area giochi dei giardini Calabria cade a pezzi, Tresso: “La ripareremo nel 2023”

Il sopralluogo richiesto dal vice presidente della Circoscrizione 5, Antonio Cuzzilla. L’assessore ammette: “Non abbiamo fondi quest’anno”. Intanto si lavora per chiuderne una parte ed evitare pericoli ai bambini

giardini Calabria

Vecchia e rovinata, l’area giochi dei giardini Calabria cade a pezzi, Tresso: “La ripareremo nel 2023”

Attrezzature vecchie e ormai rovinate, pavimentazione in gomma assente e una recinzione fantasma. L’area giochi di parco Calabria cade a pezzi ed è un percolo per i tanti bimbi che, soprattutto d’estate, continuando a utilizzarla non curanti del divieto di utilizzo stabilito dalla Circoscrizione 5 con una determina dirigenziale. 

Spiragli per la riqualificazione

Eppure, nonostante un presente contraddistinto dal degrado, si aprono spiragli per una riqualificazione. La conferma arriva dal sopralluogo effettuato ieri mattina, su richiesta del vice presidente Antonio Cuzzilla (Forza Italia), insieme all’assessore al Verde Francesco Tresso e ad alcuni cittadini, tra cui residenti e attivisti del Comitato Parco Dora. “L’anno scorso, quando si iniziò a parlare dei fondi del Pnrr, la Circoscrizione poteva decidere di utilizzarli per la riqualificazione di un’area giochi sul territorio, ma ne ha scelta un’altra: nel 2022 non possiamo fare nulla, non abbiamo budget. Possiamo però inserire quest’area giochi nell’elenco di manutenzioni straordinarie del 2023” ha promesso Tresso.

Presto un sopralluogo tecnico

Intanto, in attesa di una riqualificazione definitiva e “importante”, verrà effettuato un sopralluogo tecnico per capire cosa mantenere, cosa smantellare. L’obiettivo è di impattare il meno possibile sui fruitori dell’area, tenendo qualche gioco in funzione. Impossibile, invece, pensare a una manutenzione straordinaria: i giochi sono stati installati nel 1999, 23 anni fa, e pertanto nessuna ditta certificherebbe i lavori.

Qui per 23 anni non si è fatto nulla. Ben venga la riqualificazione il prossimo anno, ma cerchiamo di impattare il meno possibile su chi oggi la utilizza per svago” ha affermato Cuzzilla.

Crescimanno: "Si doveva prevedere intervento nella programmazione straordinaria"

Questa segnalazione ci è arrivata dai cittadini: sono amareggiato dal fatto che prima di noi nessuno si fosse accorto di questo giardino e non l’avesse messo nella programmazione straordinaria: vorrei produrre una relazione di idoneità statica delle attrezzature presenti e utilizzarne una parte, mettendo in sicurezza il resto e transennando quello che non può essere utilizzato” ha spiegato Enrico Crescimanno, presidente della Circoscrizione 5.

Da Pasquale Frisina (M5s) il suggerimento a Tresso: interloquire con Iren, come fatto in altri casi in passato, per una riqualificazione più celere e più importante.

Andrea Parisotto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium