/ Attualità

Attualità | 28 settembre 2022, 15:12

Dal carcere alle biblioteche e agli uffici, il Comune dà lavoro ai detenuti e li paga 25 euro al giorno

Il progetto costerà 126.396 euro, in gran parte coperto da fondi regionali. Diciotto i disoccupati impiegati, segnalati dalle case circondariali Lorusso e Cutugno e Ferrante Aporti

carcerato - foto d'archivio

Dal carcere alle biblioteche e agli uffici, il Comune dà lavoro ai detenuti

Dare una prospettiva di futuro ai carcerati, per consentirgli di rifarsi una vita una volta scontata la pena. E’ questo il senso del progetto contro la disoccupazione dedicato a persone sottoposte a misure restrittive delle libertà personale, che mira a reintrodurre alla vita quei detenuti senza lavoro, offrendogliene uno.

18 detenuti impiegati in uffici e biblioteche

Il progetto permetterà a 18 detenuti del carcere Lorusso e Cutugno e della casa circondariale minorile Ferrante Aporti di Torino di essere impiegati in uffici comunali e biblioteche. Sarà il Comune di Torino a garantire loro un’indennità pari a 25,60 euro al giorno, per un massimo di 25 ore settimanali.

I disoccupati potranno così mettere da parte qualcosa, ma soprattutto imparare un mestiere e ricominciare a reinserirsi nella società. L’obiettivo - come si legge nella delibera approvata dalla Giunta Lo Russo - è “il recupero sociale di persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale attraverso l’inclusione in percorsi di reinserimento che siano riconosciuti come socialmente utili, per favorire l’opportunità di esperienze sociali accanto alla possibilità di accrescere competenze e conoscenze capaci di migliorare la posizione dei partecipanti sul mercato del lavoro”.

I costi coperti per metà da fondi regionali

Il costo totale del progetto (diviso in realtà in due filoni) è di 162.942 euro per il 2022 e il 2023, di cui 86.374 coperti da fondi regionali e i restanti da fondi di spesa corrente del Comune stesso. I carcerati disoccupati lavoreranno in attività comunali, come il servizio biblioteche e il servizio economato.

Andrea Parisotto

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium