/ Moncalieri

Moncalieri | 17 ottobre 2022, 07:00

A Moncalieri una "stanza rosa" diventa il rifugio per le donne vittime di violenza

Presso la caserma dei carabinieri di corso Savona inaugurato uno spazio riservato a tutte coloro che hanno subito aggressioni e minacce. Silvia Di Crescenzo: "Per una città a misura di donna, in cui nessuna abbia più paura"

inaugurazione stanza rosa

A Moncalieri un "stanza rosa" per accogliere le denunce delle donne che hanno subito violenza

Moncalieri c'è un luogo nuovo in cui le donne che si sentono minacciate o che hanno subito violenza posso trovare rifugio. Presso la caserma dei carabinieri di corso Savona è stata inaugurata nel pomeriggio di sabato la "stanza rosa", per fare in modo che trovi ascolto e protezione chi è stata vittima di aggressioni o minacce.

Un rifugio per le donne vittime di violenza

"E' stato un onore essere accanto al sindaco Paolo Montagna e al Comandante dei carabinieri, il Maggiore Marco D’Aleo, per tagliare il nastro di questa Stanza Rosa: lo abbiamo immaginato e realizzato insieme", ha raccontato l'assessore alla persona Silvia Di Crescenzo. E’ nata così dalla collaborazione tra l’Arma e la Città di Moncalieri: la Stanza Rosa sarà uno spazio dedicato, riservato e accogliente, nel quale i militari potranno aiutare le donne che hanno subito violenza a denunciare l'accaduto.

Di Crescenzo: "Non aver paura di denunciare"

"I carabinieri rappresentano sul nostro territorio un punto di riferimento fondamentale e la loro esperienza e la loro professionalità nell’accogliere, proteggere e prendersi cura delle donne che si rivolgono a loro può da oggi contare anche su uno spazio speciale e distinto: il momento della denuncia è infatti uno snodo fondamentale, un punto di arrivo dopo un percorso spesso lungo e certamente doloroso", ha aggiunto Silvia Di Crescenzo.

La possibilità di accogliere anche i bambini

La novità, poi, è stata pensata 'a misura' di donna e di mamma, visto che la stanza rosa ha la possibilità di accogliere anche i bambini che spesso vivono in prima persona le delicate e difficili ore della denuncia.

Alla cerimonia di inaugurazione, oltre agli operatori dei servizi sociali e sanitari coinvolti nella cura e nella protezione delle donne vittime di violenza e alle associazioni della rete territoriale contro la violenza coordinata dallo Sportello Antiviolenza Punto Donna, erano presenti il Presidente del Consiglio Comunale di Moncalieri Diego Artuso, la vice sindaca di Nichelino Carmen Bonino, i Sindaci di Trofarello e La Loggia, Stefano Napoletano e Domenico Romano.

"ll nostro impegno e la nostra responsabilità è fare diventare questa stanza il punto di inizio di una nuova storia libera, libere dalla violenza", ha concluso Silvia Di Crescenzo.

Massimo De Marzi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium