/ Attualità

Attualità | 21 dicembre 2022, 15:35

Venaria lancia il corso di 'alfabetizzazione digitale' per gli over 65

Sarà curato dagli studenti del liceo Juvarra, che diventeranno 'professori' per i loro nonni

anziani con smartphone

Venaria lancia il corso di 'alfabetizzazione digitale' per gli over 65

Nell’attuale società ogni individuo non può più esimersi dall’uso delle tecnologie digitali, essendo le stesse ormai presenti in ogni aspetto della vita di tutti noi e rappresentando uno strumento di contrasto alle disuguaglianze sociali, oltre che di accesso ai servizi erogati dalle Pubblica Amministrazione. La pandemia ha messo in luce una serie di criticità e di difficoltà soprattutto in coloro che non avevano adeguate conoscenze informatiche e non possedevano apparecchiature tecnologiche, di fatto aumentando differenze e disuguaglianze; 

Esistono diverse realtà abitative nel tessuto urbano venariese ad alto tasso di residenti over 65, che sono il 20% del totale dei residenti, che rappresentano nella loro omogeneità di utenza, quasi dei veri e propri distretti a rischio emarginazione proprio per la mancanza di familiarità della popolazione con gli strumenti digitali. Sono alcune delle motivazioni che hanno dato l’input per la presentazione della mozione proposta dal consigliere comunale di “Per Venaria Insieme” e votata in Consiglio comunale il 10 maggio 2021. 

Il progetto, presentato oggi in una conferenza stampa all’Auditorium del Liceo Juvarra, è realizzato dalla Città di Venaria Reale in collaborazione con il Liceo Juvarra, attraverso PCTO - Percorsi per le Competenze Trasversali e per l'Orientamento, sarà preceduto da un’attività formativa propedeutica finalizzata ad offrire agli studenti gli elementi utili nella fase successiva.  

Dopo il primo step formativo, gli studenti si proporranno come facilitatori/tutor informatici promuovendo l’uso di nuove tecnologie anche in riferimento alla Pubblica Amministrazione  e, ove necessario, migliorando le competenze digitali delle fasce a rischio di esclusione, ovvero nei confronti di cittadini venariesi over 65, con l’obiettivo di ridurre il digital divide intergenerazionale. 

Dichiara il sindaco Fabio Giulivi: "Una mozione che abbiamo approvato con piacere, votandola in completa condivisione. Il livello di conoscenza dell'uso degli strumenti digitali nel nostro Paese deve essere migliorato, soprattutto nella fascia anziana della popolazione che rischia, così, l’esclusione sociale. La recente crisi pandemica ha proprio spinto ancor di più sull'uso degli strumenti informatici. L’alfabetizzazione digitale risulta una competenza di fondamentale importanza per sostenere innanzitutto l’inserimento delle categorie svantaggiate (anziani, disoccupati, persone meno abbienti e disabili) al fine di colmare le disparità sociali e di garantire l’accesso a diversi servizi da quelli medici, a quelli culturali e di sostegno della comunità"

  

Un progetto che verrà proposto ai cittadini in fase sperimentale, con partenza nella prossima primavera con corsi che avranno una durata di circa tre mesi, realizzati col supporto delle parrocchie, dell’Unitre Venaria, degli stessi centri d’Incontro comunali o delle scuole, Pro Loco Altessano-Venaria Reale, in base alla risposta dei possibili iscritti. Informazioni in merito saranno comunicate prossimamente. 

L’assessore alla Cultura, Innovazione e Smart city, Marta Santolin: "Sono molto soddisfatta per l'avvio di questo progetto che la Città ha fortemente voluto. Un percorso che, partendo dall'obiettivo di inclusione digitale dei cittadini over 65, mira altresì ad accrescere e rafforzare i legami sociali ed intergenerazionali fra gli attori del territorio attraverso il coinvolgimento attivo delle scuole cittadine, le parrocchie e le associazioni coinvolte. Si tratta quindi non solo di un percorso di formazione digitale ma soprattutto di un'occasione per ricreare aggregazione sociale, senso di comunità a seguito di un periodo di solitudine che ha riguardato tutta la popolazione; un modo intelligente di utilizzo del digitale quale strumento a favore dell'incontro e non dell'isolamento". 

Queste le tematiche che verranno trattate: 

  • approccio agli strumenti informatici (dispositivi personali, tablet, smartphone, personal computer); 

  • social network: trattati non solo nell’utilizzo per il singolo individuo ma anche come strumento ad uso della collettività quali per esempio le funzionalità disponibili per le associazioni del terzo settore, mettendo in evidenza l’utilizzo più consono per una socializzazione e umanizzazione delle relazioni a distanza; 

  • piattaforme di formazione a distanza; 

  • servizi pubblici digitali: SPID e APP-IO; 

  • servizi online della Citta di Venaria Reale; 

  • sicurezza Informatica con particolare attenzione ai fenomeni di phishing e all’uso consapevole degli strumenti web. 

Una offerta formativa che ha come obiettivo raggiungere competenze di livello medio, utili a conoscere e usare con semplicità i tanti servizi che ormai d’uso comune attraverso la rete Internet: 

  • conoscenza della strumentazione e delle competenze tecniche in ambito digitale; 

  • uso consapevole dei social media e degli strumenti digitali; 

  • capacità di lavoro in gruppo e rispetto dei tempi concordati; 

  • conoscenza del territorio e dei relativi servizi on line; 

  • capacità comunicative e relazionali; 

  • consapevolezza e gestione dei comportamenti in un luogo di lavoro; 

  • realizzazione di esperienze di partecipazione, leadership e protagonismo nella vita sociale del territorio e nella progettazione e produzione di beni e servizi diretti alla comunità locale. 

Infine, di estrema importanza e rilevanza sociale, è evidente nella missione dell’intero progetto, il potenziamento delle relazioni intergenerazionali.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium