/ Cultura e spettacoli

Cultura e spettacoli | 07 dicembre 2023, 10:13

Six Ways Festival 2023 a Magliano: il duo Marcello Massari e Matteo Appendino in concerto

Sabato 9 dicembre

Six Ways Festival 2023 a Magliano: il duo Marcello Massari e Matteo Appendino in concerto

Per la XXIII edizione del Festival di Chitarra Libera “Six Ways Festival 2023” è in programma sabato 9 dicembre nella Chiesa di San Maurizio Martire a Maglione il concerto del duo di chitarra classica Marcello Massari e Matteo Appendino.

 

Il Duo si forma nella Classe di Chitarra di Dora Filippone del Conservatorio di Torino nel 2021. Inizia sin da subito a partecipare a concerti e festival tra cui “I Concerti di Santa Pelagia” organizzati dal Conservatorio, “La Festa della Musica” e “Torino Città dalle Mille Corde”, in collaborazione con il Comune di Torino, oltre ad essere già stato ospite del Festival Six Ways nel 2021. La cifra stilistica del duo rivolge grande attenzione alla musica contemporanea, oltre che alla ricerca di composizioni inedite del XIX e XX secolo. Nel 2023 ottiene il secondo posto al Concorso Internazionale di Musica Città di Stresa, nella sezione Musica da Camera.

 

Dal 2000 Six Ways Festival, a cura del Centro di Cooperazione Culturale APS, presenta i diversi volti della chitarra classica, storica e contemporanea, promuovendone repertorio e scena artistica, da giovani talenti del territorio a grandi artisti di livello nazionale e internazionale. Al centro del progetto la chitarra classica intesa come strumenti di musica colta e popolare al contempo, dove si fondono le diverse anime della musica classica con concerti che offrono un repertorio ampio e sempre nuovo, dal barocco al ‘900 per arrivare alla musica contemporanea, passando attraverso grandi compositori per chitarra e non-rari incontri con la musica popolare (tango, milonghe, musiche tradizionali, world music). Dal 2022 Six Ways ha scelto come ideale sottotitolo l’espressione “Festival di Chitarra Libera” indicando la volontà di superare i confini tradizionali dello strumento definito come “chitarra classica”, con la conseguenza di definire “libera” la stessa musica classica – citando il Maestro torinese recentemente scomparso Ezio Bosso – con tutte le sue influenze e contaminazioni che vivono nel contemporaneo.         


comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium