ELEZIONI REGIONALI
 / Attualità

Attualità | 11 maggio 2024, 10:44

Da caserma a esempio di edilizia sostenibile: la ex Amione sarà il primo edificio pubblico "certificato" a Torino

La struttura del demanio può vantare il "marchio" di Leed e GBC historic building. Come lei, la Perotti di Bologna e la Pilo di Genova

caserma Amione

La caserma Amione sarà il primo edificio pubblico a poter vantare certificazioni energetiche e di sostenibilità

Per tanto tempo è stata "solo" una caserma. Ma adesso si prepara a diventare un esempio. E' il caso della ex Amione, in piazza Rivoli. Sarà il primo edificio pubblico (appartiene al Demanio) di tutta Torino a poter vantare - nel suo percorso di riqualificazione edilizia - la certificazione secondo i marchi specializzati "Leed" e "Gbc historic building".

Come lei, due casi simili si possono trovare a Bologna (nella ex caserma Perotti) e a Genova (ex caserma Pilo). Tutte e tre le operazioni sono state analizzate ieri, a Torino, in occasione di un convegno ospitato al teatro Vittoria, organizzato da Chapter Piemonte e Green Building council italia. 

Una dimostrazione tangibile dell'impegno concreto dell'Agenzia del Demanio verso i temi della sostenibilità e della digitalizzazione - commenta Sebastiano Caizza, direttore regionale dell’Agenzia del Demanio Piemonte e Valle D’AostaQuesti progetti sono anche il risultato della collaborazione e della sinergia con gli Enti istituzionali, infatti si inseriscono nel contesto più ampio del Piano Città, che mira a trasformare gli spazi urbani in luoghi più sostenibili, innovativi e vivibili per tutti i cittadini”.

Il Piemonte parte concretamente con un nuovo approccio sul fondamentale tema della rigenerazione sostenibile degli edifici pubblici. La collaborazione tra GBC Italia e l'Agenzia del Demanio è essenziale per realizzare e promuovere pratiche costruttive e di gestione certificate, che rispettino l'ambiente e migliorino la qualità della vita delle persone", aggiunge Fabrizio Capaccioli, presidente di GBC Italia.

"I casi studio presentati oggi dimostrano che la trasformazione dei nostri edifici pubblici è non solo possibile, ma anche vantaggiosa. Siamo fiduciosi che le idee emerse oggi possano essere il punto di partenza per progetti concreti e innovativi, su tutto il territorio nazionale, che contribuiscano al raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità, anche in merito a quanto l’Europa ci chiede”, ha concluso Capaccioli.

Massimiliano Sciullo

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium