/ Viabilità e trasporti

Viabilità e trasporti | 11 dicembre 2019, 19:31

Manovra, centrodestra: "La norma sui monopattini é uno scempio giuridico"

Monopattini elettrici equiparati alle biciclette, secondo il centrodestra vi sarebbero diversi problemi: Rosso, Maccanti e Rotelli presentano una risoluzione in Commissione Trasporti alla Camera

Manovra, centrodestra: "La norma sui monopattini é uno scempio giuridico"

“Con l'approvazione dell'emendamento che equipara i monopattini elettrici alle biciclette, la maggioranza dimostra di essere molto confusa e di non tenere minimamente conto delle determinazioni del Parlamento e del governo che essa stessa sostiene. Con la scorsa manovra é stata infatti avviata la sperimentazione della circolazione su strada di veicoli per la mobilita' elettrica, tra cui proprio i monopattini. Una sperimentazione a cui il Mit ha dato attuazione e per la quale i comuni hanno gia' provveduto a stanziare le risorse necessarie".  Così, in una nota, i deputati di centrodestra in commissione Trasporti  a Montecitorio.

"Tutto rischia pero' di essere adesso vanificato dall'approvazione di questo emendamento - prosegue la nota - che equiparando monopattini alle biciclette rischia di crea una serie di problemi, a partire da quelli al Codice della strada, che nel definire le caratteristiche dei velocipedi, a proposito delle biciclette a pedalata assistita ne limita la potenza a 0.25 KW, a fronte dei 0.50 KW di cui sono invece dotati i monopattini elettrici. É evidente che i due mezzi non sono in alcun modo equiparabili e che l'emendamento approvato in commissione Bilancio al Senato compromette la sicurezza della viabilitá e dei pedoni. C'é poi una sperimentazione che é in pieno svolgimento e della quale non si attendono neppure i risultati. Un vero e proprio scempio giuridico e logico contro il quale i deputati di centro destra in Commissione Trasporti, primi firmatari Roberto Rosso (Forza Italia) Elena Maccanti (Lega) e Mauro Rotelli (Fratelli d'Italia) hanno presentato una risoluzione in commissione trasporti alla Camera per chiedere al governo di porre rimedio a quella che speriamo sia stata solo una svista e per evitare che i fondi gia' stanziati dai comuni per le sperimentazioni vadano persi".

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium