/ Cronaca

Cronaca | 21 dicembre 2016, 19:24

Volpiano, sei condanne per 'ndrangheta

Si è concluso oggi il processo ribattezzato san Michele, dal nome dell'omonimo bar

Volpiano, sei condanne per 'ndrangheta

Sei condanne e tre assoluzioni. Si è concluso così a Torino il processo sulle infiltrazioni della ‘ndrangheta ribattezzato San Michele, dall'omonimo bar di Volpiano dove i presunti affiliati si incontravano per le riunioni e per pianificare i delitti,intercettati a loro insaputa dai carabinieri.

La condanna più alta è stata inflitta a Vincenzo Donato -nove anni e sei mesi. Seguono quelle per Luigino Greco, nove anni e quattro mesi, Nicola Mirante, nove anni, Giovanni Toro, sette anni, Ion Lubin Marian, cinque anni e 5500 multa e Pasquale Greco, tre anni e diecimila euro di multa. Sono stati assolti invece Francesco Gatto, difeso dall’avvocato Carlo Romeo, Ferdinando Lazzaro, imprenditore di una ditta legata alla Tav e Gianluca Donato.

Non tutti i condannati sono stati giudicati colpevoli – o direttamente o per concorso esterno - di associazione a delinquere di stampo mafioso, ma soltanto Mirante, Donato, Toro e Luigino Greco, non invece Pasquale Greco,condannato per reati scopo e non per ndrangheta. Anche Greco è difeso dall'avvocato Romeo.

Mirante, responsabile secondo la corte di aver minacciato l’architetto di Caselle Mauro Esposito, parte civile al procedimento, è stato condannato al risarcimento danni nei suoi confronti e dovrà pagargli una provvisionale di centomila euro, oltre alle spese processuali.

Elisa Sola

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium