/ Cronaca

Cronaca | 14 luglio 2020, 19:21

Condannati a sette mesi ma rimessi in liberta i migranti che avevano aggredito i carabinieri in Lungo Po Abellonio a Moncalieri

Il 19enne ghanese e il 23enne nigeriano finiti in manette si sono visti sospendere la pena

Condannati a sette mesi ma rimessi in liberta i migranti che avevano aggredito i carabinieri in Lungo Po Abellonio a Moncalieri

Condannati a sette mesi, ma subito tornati in libertà per sospensione della pena. I due migranti del centro di accoglienza Meditur, che domenica sera a Moncalieri, ubriachi, avevano aggredito i carabinieri intervenuti in Lungo Po Abellonio per placare la rissa scoppiata tra nordafricani, sono stati scarcerati.

Nel processo per direttissima svoltosi oggi il giudice ha condannato il 19enne ghanese e il 23enne nigeriano arrestati per resistenza e aggressione, dopo aver picchiato, morso e schiaffeggiato i militari che erano intervenuti per riportare la calma all'interno dei giardini del parco. A chiamare aiuto erano stati i residenti della zona, impauriti per quanto stava avvenendo

Altri due migranti, oltre a quelli finiti in manette, erano stati denunciati per atti osceni in luogo pubblico e rifiuto di fornire le proprie generalità.

Massimo De Marzi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium