/ Scuola e formazione

Scuola e formazione | 19 marzo 2022, 14:47

Olimpiadi di Neuroscienze: il migliore del Piemonte è il torinese Etienne Pia, ma studierà Lettere

In tutto sono 17 gli Istituti superiori in gara per la finale regionale. Il vincitore frequenta l'ultimo anno del Gioberti: il 9-10 maggio le finali a Napoli

ragazzo con cartello

Etienne Pila, vincitore delle selezioni regionali delle Olimpiadi di Neuroscienze

È fortissimo in Neuroscienze ma ha già deciso di studiare Lettere all'Università. Etienne Pia, ultimo anno al Liceo Gioberti di Torino, è il vincitore della selezione regionale del Piemonte delle Olimpiadi delle Neuroscienze che si è tenuta nella mattinata di sabato 19 marzo al Dipartimento di Neuroscienze Rita Levi Montalcini dell’Università di Torino, e accede alla finale nazionale del 9 e 10 maggio all’Università Federico II di Napoli

In gara 50 studentesse e studenti di 17 istituti superiori provenienti da tutta la regione (Alba, Alessandria, Asti, Domodossola, Novara, Saluzzo, Vercelli e appunto da Torino) si sono cimentati su domande di anatomia, su come funziona il cervello e su argomenti come intelligenza, memoria, emozioni, stress, invecchiamento, sonno e malattie del sistema nervoso.

Le Olimpiadi delle Neuroscienze sono promosse dalla Società Italiana di Neuroscienze (SINS) e organizzate in Piemonte dalla professoressa Marina Boido - ricercatrice del NICO, Neuroscience Institute Cavalieri Ottolenghi e Dipartimento di Neuroscienze dell’Università di Torino.

"È sempre una grande emozione poter trasmettere agli studenti la passione per la ricerca scientifica e per lo studio delle Neuroscienze, ma questa è un’edizione ancora più speciale per tutti noi - commenta la professoressa Marina Boido del NICO - Università di Torino - dopo uno stop forzato di due anni rappresenta infatti un ritorno alla normalità persa a causa dell’emergenza Covid e l’altissima partecipazione delle scuole piemontesi dimostra la voglia di ripartire e rimettersi in gioco".

Le Olimpiadi delle Neuroscienze - che ogni anno coinvolgono in Italia oltre 5 mila studenti in 200 scuole - sono le fasi locali e nazionali della International Brain Bee, che coinvolge 40 paesi in tutto il mondo e mette alla prova oltre 30 mila studenti sul grado di conoscenza nel campo delle Neuroscienze.

La competizione italiana prevede tre livelli: si parte con le selezioni locali, che si sono tenute a febbraio nelle scuole e hanno selezionato i 3 migliori studenti che hanno partecipato alla gara regionale di oggi a Torino. Etienne accede alla finale nazionale del 9 e 10 maggio all’Università Federico II di Napoli. Qui verrà selezionato il rappresentante dell’Italia alla competizione internazionale in programma a Parigi a luglio, in concomitanza con il Forum della Federation of European Neuroscience Societies (FENS).

Massimiliano Sciullo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium