/ Politica

Politica | 10 maggio 2022, 11:22

Iren, Lo Russo difende la scelta di Dal Fabbro alla presidenza: “È la persona più adatta”

Il sindaco di Torino respinge al mittente le accuse di aver “subito” la decisione dai vertici romani del PD e ironizza: “La mia sensibilità verso gli accordi con il Movimento 5 Stelle è molto nota”

stefano lo russo

Iren, Lo Russo difende la scelta di Dal Fabbro alla presidenza: “È la persona più adatta”

Luca Dal Fabbro è la persona più adatta, per curriculum e competenze, a guidare Iren”: parole e musica del sindaco di Torino Stefano Lo Russo che ieri, durante la seduta del Consiglio Comunale, ha difeso strenuamente la scelta di designare – in compartecipazione e all'unanimità con il primo cittadino di Genova Marco Bucci e quello di Reggio Emilia Luca Vecchi - l'ex numero 1 di Snam come presidente dell'azienda dell'energia.

“Nota la mia sensibilità verso gli equilibri del PD romano”

Lo Russo, in particolare, ha risposto agli attacchi politici della consigliera della Lega Elena Maccanti, che l'aveva accusato di aver “subito” la decisione dai vertici romani del Partito Democratico: “La mia sensibilità - ha ironizzato – verso gli equilibri del PD romano con il Movimento 5 Stelle è molto nota. Non sarebbe meglio chiedersi se il sindaco abbia nominato la persona adeguata a stare in quel ruolo? Credo che questa candidatura, invece, sia capace di creare condizioni ottimali in cui mi sono pienamente riconosciuto e in cui mi riconosco tuttora; bisognerebbe concentrarsi su cosa fare piuttosto che discutere sulle poltrone”.

Le candidature al CdA Iren

In chiusura, il sindaco ha svelato i nomi delle candidature torinesi per il Consiglio di Amministrazione di Iren: “Si tratta – ha annunciato – della direttrice del Dipartimento di Management dell'Università di Torino Francesca Culasso, della vice-rettrice per il Trasferimento Tecnologico del Politecnico Giuliana Mattiazzo e della presidente di Confindustria Canavese Patrizia Paglia: sono molto soddisfatto di aver attinto da entrambi gli atenei e dal mondo delle imprese, sono sicuro che saranno in grado di dare un contributo fondamentale”.

Le accuse della Maccanti

Maccanti, nel botta e risposta con Lo Russo, ha espresso diverse perplessità: "Questa nomina - ha commentato - è stata sacrificata sull'altare della futura alleanza romana con il Movimento 5 Stelle: sembra, infatti, che il nome di Dal Fabbro sia stato fatto a Enrico Letta direttamente da Giuseppe Conte e che fosse stato proprio il Movimento 5 Stelle a proporlo come presidente di Snam".

Marco Berton

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium