/ Cronaca

Cronaca | 16 settembre 2022, 07:11

Torino, in arrivo 50mila sensori per combattere la dispersione idrica

Smat li installerà sull'intero territorio cittadino entro 3 anni, partendo dal centro storico: l'intervento è necessario anche per non mettere a repentaglio i fondi in arrivo grazie al Pnrr

Torino, in arrivo 50mila sensori per combattere la dispersione idrica

In un periodo di crisi climatica e ambientale, ulteriormente aggravata dalla siccità di quest'estate, il problema della dispersione idrica diventa ancora più grave: ed è proprio per contrastarla che Smat installerà a Torino, entro 3 anni, 50mila sensori.

Si partirà dal centro storico

Ad annunciarlo, a margine della conferenza stampa di presentazione del Festival dell'Acqua, è stato il presidente dell'azienda Paolo Romano: "L'installazione - ha spiegato – va fatta entro il 2026 anche per non perdere i fondi del Pnrr. Al momento ce ne sono già 2mila, successivamente completeremo la parte centrale della città per concludere nelle varie circoscrizioni in modo armonioso".

Il sistema sfrutterà le tecnologie a disposizione e servirà i circa 50mila utenti torinesi (condomini, ndr): "I sensori – ha aggiunto – ci permetteranno di valutare, attraverso appositi contatori, eventuali perdite nelle reti idriche pubbliche e private in caso di consumo troppo elevato, con la possibilità di comunicarlo in tempo reale".

Marco Berton

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium