/ Attualità

Attualità | 02 novembre 2022, 16:16

La crisi morde, a Torino aumentano i clochard. Nuovo sito di accoglienza vicino a via Leoncavallo

Negli ultimi 8 anni sono aumentati i senzatetto: se nel 2014 erano 1.729, nel 2021 il Comune ha stimato la presenza di oltre duemila

clochard - foto d'archivio

La crisi morde, a Torino aumentano i clochard. Nuovo sito di accoglienza via Leoncavallo

Negli ultimi 8 anni a Torino sono aumentati i senzatetto: se nel 2014 erano 1.729, nel 2021 il Comune ha stimato la presenza di oltre duemila clochard. Ben quattrocento in più nel periodo, cinquanta in più ogni anno.

Un trend in crescita ancora più importante, come ha spiegato l'assessore alle Politiche Sociali Jacopo Rosatelli, "a fronte del calo demografico e di una crisi sociale" sempre più forte. Un quadro fornito dalla Città, su richiesta del capogruppo dei Moderati Simone Fissolo

Due auto di notte e più operatori in strada di giorno

Da ieri, come ha spiegato l'esponente della giunta Lo Russo, ha preso il via il servizio notturno. Due equipaggi di intervento, su altrettante macchine: gli operatori gireranno in città per captare casi critici e convincerli ad andare nelle case di ospitalità. Verrà potenziato il servizio diurno. Sono previste due persone in più, per un totale di cinque, che di giorno passeranno sotto i portici o dove si concentrano i clochard per convincerli a farsi ricoverare volontariamente in ospedale, in caso di bisogno, oppure ad accettare un posto in un dormitorio.

Sito di accoglienza straordinaria 

Il Comune di Torino, in collaborazione con il terzo settore, è pronto poi ad allestire un sito di accoglienza straordinaria come accaduto l'anno scorso davanti al Duomo. Un sito nato soprattutto per accogliere i moltissimi clochard che dormivano sotto i portici dell'adiacente Palazzaccio. "Nonostante l'esperienza positiva - ha spiegato Rosatelli - non sarà più lì per la sua vicinanza a Porta Palazzo". 

Nuovo sito accoglienza in via Leoncavallo 

In collaborazione con l'associazione Mamre verrà aperto un sito di accoglienza umanitaria vicino a via Leoncavallo, dove storicamente si trova un nucleo di clochard: l'obiettivo è di convincerne il maggior numero a lasciare la strada, in favore della struttura. Qua i senzatetto saranno accolti "su invio" e non ad accesso diretto. "È nostra intenzione convocare i Presidenti Circoscrizione in occasione dell' inizio del piano inverno, con l'obiettivo di renderlo il più sistematico possibile" ha concluso Rosatelli.

Moderati: "Serve piano per evitare morti da freddo" 

"Rimane ancora da capire - ha replicato Fissolo - in che modo Amiat possa intensificare la sua attività di pulizia per il decoro delle nostre strade e con quali risorse la Polizia Municipale possa operare con azioni straordinarie per rispondere alle esigenze di intervento".

"Sicuramente questa amministrazione deve marcare una discontinuità dal passato, passando dai provvedimenti last minute per la cosiddetta "emergenza freddo" a una gestione ordinaria efficace che permetta di evitare morti da freddo" precisa la vicecapogruppo dei Moderati Ivana Garione.

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium