/ Attualità
Estate 2020 ad Abano Terme: intervista al sindaco Federico Barbierato

Salute e natura, cultura ed enogastronomia: sono questi i pilastri della proposta a "Km 0" del Comune di Abano Terme per l'estate 2020. Che tipo di vacanza verrà offerta? Come verranno accolti i turisti? Ne parliamo con il sindaco, Federico Barbierato

Pubblicato da Torino Oggi su Martedì 5 maggio 2020

Attualità | 01 giugno 2020, 09:21

Come tenere sotto controllo il colesterolo. I consigli di Fab SMS su ipercolesterolemia e dieta

La prima arma per tenere sotto controllo il livello di LDL, il cosiddetto “colesterolo cattivo”, è seguire una dieta sana ed equilibrata, oltre a fare regolarmente attività fisica.

Come tenere sotto controllo il colesterolo. I consigli di Fab SMS su ipercolesterolemia e dieta

Che cosa fare quando le analisi del sangue mettono in evidenza livelli di colesterolo troppo alti? La prima arma per tenere sotto controllo il livello di LDL, il cosiddetto “colesterolo cattivo”, è seguire una dieta sana ed equilibrata, oltre a fare regolarmente attività fisica. Molte persone, infatti, per tenerlo sotto controllo, scelgono la scorciatoia dei farmaci, mentre molto può essere fatto anche a tavola.

Dieta anticolesterolo: cosa mangiare. In una dieta anticolesterolo non dovrebbero mai mancare le fibre, utili per rallentare l’assorbimento dei grassi e aumentare il colesterolo HDL, quello buono. Via libera a vegetali, frutta, cereali (meglio se integrali) e legumi. In particolare, inserisce nel menù quotidiano 2-3 porzioni di verdura, 2 di frutta e almeno 2-4 volte a settimana i legumi. Sì al pesce, da preferire alla griglia, al cartoccio o al vapore, e alla carne, sia rossa sia bianca.

Occhio ai grassi. Limita il più possibile il consumo di insaccati, formaggi e uova. Preferisci il latte scremato o parzialmente scremato e un buon olio extra vergine di oliva, ricco di grassi vegetali polinsaturi e monoinsaturi, utili a tenere sotto controllo il livello di colesterolo. Evita il burro, il lardo e lo strutto e privilegia i tagli di carne magri, eliminando il grasso visibile e spellando il pollame.

La colazione della dieta anticolesterolo. Se è vero che la maggior parte del colesterolo è endogena, ovvero prodotta dal nostro fegato, e che quello introdotto con i cibi rappresenta una piccola percentuale di quello che finisce nel sangue, la dieta rimane la prima soluzione da attuare. Fin dal mattino, imposta la giornata con il giusto equilibrio. Scegli uno yogurt bianco a bassa percentuale di grassi, abbinato a una manciata di fiocchi di avena e frutta secca, perfetti per garantire all’organismo fibre e grassi buoni.

Che cosa scegliere a pranzo? A pranzo, scegli una ciotola di riso nero abbinata ai legumi e alla verdura condita con un filo di olio extravergine d’oliva. Fra i cibi amici c’è poi anche la soia, in grado di ridurre il colesterolo totale, quello Ldl e i trigliceridi se li hai troppo alti. In generale, preferisci come metodi di cottura la bollitura, la stufatura, il vapore, la cottura al forno o la grigliatura piuttosto che la frittura o la cottura alla brace.

Il menù anticolesterolo della cena. Tra i nutrienti amici spiccano gli acidi grassi polinsaturi del pesce e della frutta secca (in particolare delle noci): regolano il metabolismo lipidico e hanno proprietà antinfiammatorie che contribuiscono a mantenere elastiche le pareti delle arterie. A cena via libera al pesce azzurro, meglio se di piccole dimensioni come sardine e sgombri. Ricco di Omega 3, il pesce è particolarmente consigliato per chi ha problemi di colesterolo. Consumalo abbinato alle verdure di stagione, preferibilmente cotto al forno, al cartoccio o al vapore.

Fab SMS promuove attivamente la cultura del benessere e realizza Piani Mutualistici su misura per te e per i tuoi cari. Seguici su Instagram e Facebook e clicca qui per scoprire di più: Chi siamo.

Ip

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium