/ Cultura e spettacoli

Cultura e spettacoli | 16 novembre 2021, 14:36

All'Alfa Teatro tornano le marionette. "Ora aspettiamo il via libera per il mimat"

Dal 18 novembre alle 17 appuntamenti infrasettimanali, in via Casalborgone

All'Alfa Teatro tornano le marionette. "Ora aspettiamo il via libera per il mimat"

Novembre celebra il ritorno delle Marionette all’Alfa Teatro. A partire dal 18 novembre l’Alfa Teatro propone una serie di appuntamenti infrasettimanali con gli spettacoli tanto cari ai bambini: le Marionette. Dal 18 al 21 novembre e dal 25 al 27 novembre, l’appuntamento pomeridiano è alle 17 con i pupazzi di Marco Grilli, che rappresentano la tradizione storica del teatro di via Casalborgone. Un tuffo nel passato e nella magia che solo il teatro di figura sa creare, con quell’atmosfera d’antan che stimola senza artifici tecnologi l’immaginazione dei bambini.

In attesa della concessione comunale, in stand by da oltre anno, per realizzare il Mimat, il museo delle Marionette negli spazi dell’ex rettilario di Torino – spiega Marco Grilli, direttore artistico – abbiamo deciso di puntare molto sulla tradizione del teatro di figura. È un tipo di intrattenimento che piace molto e che i bambini continuano ad apprezzare e siamo speranzosi che la nuova gestione della Città possa essere sensibile nei confronti della cultura e delle realtà come la nostra che con sacrificio e dedizione contribuiscono a portare avanti una tradizione storica” ,quella delle marionette.

Nella stagione 2021, tornano infatti all’Alfa Teatro le compagnie che hanno rappresentato per 30 anni le eccellenze nazionali del teatro di figura e del teatro per ragazzi, eseguito dai migliori interpreti sulla scena nazionale.

"Il repertorio che abbiamo scelto di presentare a Torino per il trentennale del teatro è molto ampio – continua Grilli - avremo sul palco spettacoli di marionette, burattini, pupazzi ma anche teatro d’attore con oggetti. E a dicembre avremo l’onore di ospitare il maestro Massimo Gambarutti in qualità di marionettista ospite nelle nostra compagnia". "Sono felice – dice Gambarutti, che vanta una tradizione familiare nel settore di oltre 200 anni – che sia iniziata questa collaborazione. Il teatro di figura soffre una crisi non di pubblico, bensì di istituzioni. Dietro ogni spettacolo c’è tanto lavoro: immaginare i personaggi, crearli, far viver loro una storia. Lo spettacolo delle marionette vive del rapporto diretto col pubblico, ogni marionettista ha un trasfert sul palcoscenico e infatti ogni replica è diversa. Mi piace dire che la mia passione per questa forma di arte sia una ‘malattia di famiglia’ e mi piacerebbe poter formare nuove leve per tramandare questo mestiere che è vita nell’arte".

Ogni domenica all’Alfa Teatro il pubblico avrà la possibilità di vedere le varie forme in cui il burattino può essere utilizzato e imparare così ad apprezzare e appassionarsi di questa antica forma artistica. Dal burattino tradizionale al pupazzo animato, dall’innovazione a quelli storici, come il famoso eroe nazionale Gianduja in “Gianduja e i libri magici” in scena dal 18 al 27 novembre h 17.00.

Daniele Angi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium