/ Scuola e formazione

Scuola e formazione | 22 giugno 2022, 18:40

Maturità, il testo argomentativo mette d'accordo tutti all'Itis Avogadro [VIDEO]

Molti studenti hanno optato per la tipologia B tra leggi razziali, musica e cambiamenti climatici, ma non è mancato chi ha scelto l'analisi del testo letterario. Domani la prova di matematica

Maturità, il testo argomentativo mette d'accordo tutti all'Itis Avogadro [VIDEO]

Leggi razziali dal testo di Gherardo Colombo e Liliana Segre “La sola colpa di essere nati”, musica dal testo di Oliver Sachs “Musicofilia” e cambiamenti climatici da un discorso del Premio Nobel per la fisica Giorgio Parisi: sono state queste le tracce preferite dagli studenti dell'Itis “Avogadro” di Torino, che per la 1° prova dell'esame di maturità hanno optato per il testo argomentativo rispetto alle altre tipologie.

Salvatore e la musica

Uno dei primi ad uscire da scuola è stato Salvatore, la cui scelta è ricaduta su Sachs: “Ho cercato di parlare di musica - ha spiegato – in tutte le sue sfaccettature, indagando su me stesso e su quale fosse il suo potere in una sorta di autoanalisi. Successivamente ho interpretato le varie fasi dell'ascolto, dal semplice svago ai concerti dal vivo, per chiudere con di musica ci lavora contribuendo a far conoscere il suo significato in tutto il mondo come successo con 'We are the world'. Fortunatamente mi sono sentito libero e sciolto anche perché durante l'anno abbiamo avuto diversi stimoli a riguardo”.

Cambiamenti climatici e leggi razziali

Stessa tipologia, ma traccia diversa, per Simone e Matteo: “Ho optato per Parisi e i cambiamenti climatici – ha commentato il primo – perché è un argomento importante ed attuale, su cui mi sentivo preparato e su cui pensavo di poter esprimere la propria opinione. In generale ho trovateo le tracce molto stimolanti ma dopo 3 anni non proprio gradevoli ho preferito andare sul sicuro”. “Inizialmente - ha aggiunto il secondo – ho illustrato le motivazioni che hanno portato alla nascita dell'odio nei confronti degli ebrei e le discriminazioni sfociate nelle leggi razziali veicolate attraverso il patto d'acciaio. Infine, ho citato le discriminazioni successive come quella nei confronti degli armeni e delle persone di colore; adesso affronterò le altre prove a cuor leggero, senza particolari preoccupazioni”.

L'analisi del testo di Verga

Unica voce fuori dal coro, infine, è stata quella di Francesca: “Ho scelto l'analisi del testo letterario - ha dichiarato – e in particolare Verga perché ero più sicura e preparata, mi piacevano anche altre tracce ma ho preferito questa perché sulla tipologia B non mi sentivo abbastanza pronta. Al di là di tutto, mi sembrava di dover svolgere una verifica normale e nonostante il condizionamento del Covid a inizio anno non ho avuto nessuna ansia”.

Marco Berton

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium