/ Nichelino-Stupinigi-Vinovo

Nichelino-Stupinigi-Vinovo | 19 novembre 2023, 18:00

Nichelino dice "basta" ai cani legati alla catena. E' la prima città in Piemonte a vietarlo per legge

Approvato il nuovo regolamento che rende punibile con una multa (e nei casi più gravi con il sequestro di fido) il padrone che limita e costringe in modo forzato il migliore amico a quattro zampe. Lanciato il progetto "Mi Fido di te" per la pet therapy nelle scuole

cane alla catena

Nichelino si schiera dalla parte degli animali: stop ai cani legati alla catena (pixabay)

Nichelino si schiera dalla parte degli animali e dice basta ai cani legati alla catena. Nel corso dell'ultimo Consiglio comunale è stato approvato il nuovo regolamento che rende punibile con una multa (e nei casi più gravi con il sequestro di fido) il padrone che limita e costringe in modo forzato il nostro amico a quattro zampe.

Nichelino prima città del Piemonte a farlo

Si tratta della prima cittadina in Piemonte a regolamentare tale situazione. Per l'assessore alle Politiche animaliste Fiodor Verzola si tratta di un "atto di civiltà volto a tutelare gli animali che, ancora oggi, a causa di regolamenti troppo deboli o facilmente interpretabili, uniti ad atteggiamenti legati alla piaga dell’ignoranza cinofila, sono costretti a passare la vita incatenati".

"Permettere di detenere animali in quel modo è negare non soltanto le nostre battaglie, ma anche le cinque libertà sul benessere degli animali disciplinate dall’Unione Europea", ha aggiunto l'assessore. Tra gli animali già liberati, anche uno di quelli tenuti dalla clochard ritrovata senza vita nel Sangone la settimana scorsa a Moncalieri

"Mi Fido di te" porta la pet therapy nelle scuole

Intanto a Nichelino ha preso il via anche il progetto "Mi Fido di te" per portare in modo strutturale la pet therapy nelle scuole. "Attraverso gli interventi assistiti con gli animali, ci proponiamo di valorizzare la relazione col cane e il conseguimento di benefici di carattere educativo e didattico", ha spiegato l'assessore alle Politiche animaliste Fiodor Verzola. Un modo per permettere ai giovani di affacciarsi al futuro, sapendo riconoscere il ruolo degli animali nella società.

Massimo De Marzi

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium